Uncategorized

Neoludica. Art is a game 2011-1966, Evento collaterale della 54. Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia

Sala Dei Laneri, Santa croce 131


Sala Dei Laneri, Santa Croce 131, Venezia dal 1 giugno al 27 novembre

Centro Culturale Candiani, Venezia -Mestre, dal 3 giugno al 31 ottobre

Neoludica. Art is a game 2011-1966 è un progetto ideato e prodotto da Musea Game Art Gallery con E-Ludo Lab e Fabbrica Arte, in stretta partnership con il Centro Candiani, da subito entusiasti sostenitori di questa ricerca. Sinergia particolarmente importante data l’attività della Videoteca e del costituendo archivio videoludico che in questo modo afferma la propria vocazione di ricerca, sperimentazione, confronto e dialogo. Già oltre 1500 i visitatori durante i primi 7 giorni, sanciscono l’interesse da parte del pubblico della Biennale per questa nuova proposta.

In prima mondiale, l’evento mette in luce la forza artistica che unisce i vari aspetti del tema neoludico integrandone il confluire uno nell’altro, partendo dalla riflessione che la fotografia d’arte del ‘900 ha ispirato e contaminato i vari ambiti creativi odierni (Della Corte, Santoni) fino alla nuova ritrattistica di Samuele Arcangioli.

Con la frase di Duchamp “Art is a game between all people of all periods” si profetizza il ruolo che il videogioco ha oggi nell’ambito dell’arte.

Il dibattito è aperto su come i videogames -Opera Multimediale Interattiva- siano una forma d’arte ma non ancora compresa dal mondo culturale. Mentre tutti creano, organizzano, dibattono, all’interno dei propri settori (ambienti-fiere, forum, università) Musea_GameArtGallery_E-Ludo Lab intendono creare una connessione coraggiosa e identificare scientificamente i processi e i risultati definibili Neoludica.

Si va da un’arte videoludica, analogica e digitale, in fotografia e in video, tattile ed immateriale, al

repertorio di 45 anni di console (con GamesCollection.it), sei sezioni espositive e 33 artisti.

ITALIANS DO IT BETTER!! è un Padiglione Italia alternativo (curato da Matteo Bittanti e Domenico Quaranta), una retrospettiva irriverente e leggermente sovversiva che celebra le sperimentazioni di artisti che si confrontano con i videogiochi come cultura e come mezzo: soggetto e oggetto della propria pratica, fine e mezzo, punto di partenza e arrivo. Un’arte videoludica, analogica e digitale, su schermo e su tela, in fotografia e in video, tattile ed immateriale. Sin dagli anni Novanta, gli artisti italiani hanno dimostrato un precoce e inedito interesse nei confronti dei videogiochi: anticipando fenomeni come il cinema videoludico dei machinima (Manetas), le produzioni indipendenti (Riello, Molleindustria), e l’ascesa del divertimento elettronico come forma d’intrattenimento di massa.

Progettata per la prima edizione dell’evento Neoludica, interamente nato sul suolo italiano, ITALIANS DO IT BETTER!! intende rendere un tributo a questo percorso, analizzarne gli sviluppi recenti e ipotizzare evoluzioni future.

Serenata crede nella continuità tra piattaforme di comunicazione ed espressione artistica. Con Lorne Lanning e Oddworld si leggono i legami con le avanguardie e con la grande arte contemporanea di Jack Goldstein. I Tale of Tales hanno dedicato la vita alla creazione di forme di arte interattive emotivamente ricche. Massimo Giuntoli si confronta con l’obbligo del lavoro e la possibilità del gioco  e sul tema della violenza in due arsgames mutanti, costruiti con powerpoint.

Un percorso di realtà aumentata (marcato dal dispatchworks di Jan Vormann e da Tetris Obsession di Giuntoli in Street Spot Gobbetto), in Venezia e Mestre, unisce nel procedere la scultura di Mikayel Ohanjanyan, una grande struttura cubica di ferro con fili intrecciati a creare superfici geometriche, dove frasi codificate in codici colorati attendono di essere decifrate.

Il video di Gabriella Parisi ‘Over Game’ riunisce e supera i percorsi delle due sedi e di tutte le espressioni artistiche.

artwork creati per i personaggi e i gameplay convivono con console funzionanti e giocabili

Archetipi e paesaggi offre lo spunto per entrare nelle dinamiche profonde dei videogiochi coi publisher, rilevandone tutti i piani dell’ispirazione (15 videogiochi e 30 artwork di grandi nomi e studios). Il videogioco oggi inteso come Opera Multimediale Interattiva è una espressione contemporanea e anacronistica delle arti, contiene tanto citazioni quanto innovazioni nella proposta estetica e nel suo progetto di interazione col fruitore. Miti, eroi, scenari e citazioni di opere d’arte famose si intrecciano con figure di soldati, di personaggi della società contemporanea, filosofie, fantascienze, e possiamo trovare tanto ispirazioni e ri-creazioni in ambito Pop quanto rinascimentale e primitivo. In esposizione l’arte dei gameplay con anche un approfondimento ludografico tra cinema e videogames. Presentazione artistica e analisi critica del concetto di paesaggio post-industriale, tipologia di paesaggio che si è affermata nella coscienza contemporanea attraverso il medium cinematografico e videoludico.

 

ACTIVISION PUBLISHING

PRIMO TITOLO

Nome del gioco: Call of Duty: Black Ops

Sviluppatore: Treyarch (PC Windows, PlayStation 3, Wii, Xbox 360), n-Space (DS)

Publisher: Activision Publishing Inc.

Release date: 09.11.2010

Piattaforme: DS, PC Windows, PlayStation 3, Wii, Xbox 360

Concept Art: Concept artists vari

 

SECONDO TITOLO

Nome del gioco: Transformers 3

Sviluppatore: High Moon Studios (PlayStation 3, Xbox 360), Behaviour Interactive (3DS, DS, Wii)

Publisher: Activision Publishing Inc.

Release date: 24.06.2011 (NA)

Piattaforme: 3DS, DS, PlayStation 3, Wii, Xbox 360

Concept Art: concept artists non documentati. Il gioco è tuttora in fase di sviluppo.

 

BLIZZARD ENTERTAINMENT

PRIMO TITOLO

Nome del gioco: World of Warcraft

Sviluppatore: Blizzard Entertainment Inc.

Publisher: Blizzard Entertainment Inc.

Release date: 23.11.2004

Piattaforme: Macintosh, PC Windows

Espansioni: The Burning Crusade (16.01.2007), Wrath of the Lich King (13.11.2008), Cataclysm (07.12.2010)

Concept Art: Glenn Rane, John ‘JP’ Polidora

 

SECONDO TITOLO

Nome del gioco: StarCraft II: Wings of Liberty

Sviluppatore: Blizzard Entertainment Inc.

Publisher: Blizzard Entertainment Inc.

Release date: 27.07.2010

Piattaforme: Macintosh, PC Windows

Concept Art:  Sam ‘Samwise’ Didier, Wei Wang

 

DISNEY INTERACTIVE STUDIOS

UNICO TITOLO

Nome del gioco: Disney Epic Mickey

Sviluppatore: Junction Point Studios

Publisher: Disney Interactive Studios

Release date: 25.11.2010 (EU)

Piattaforme: Wii

Concept Art: Fred Gambino, Gary Glover, Shawn Melchor

 

MICROSOFT

PRIMO TITOLO

Nome del gioco: Gears of War 2

Sviluppatore: Epic Games Inc.

Publisher: Microsoft Game Studios

Release date: 07.11.2008

Piattaforme: Xbox 360

Concept Art: James Hawkins, Shane Pierce

 

SECONDO TITOLO

Nome del gioco: Forza Motorsport 3

Sviluppatore: Turn 10 Studios

Publisher: Microsoft Game Studios

Release date: 23.10.2009

Piattaforme: Xbox 360

Concept Art (Environment Concept and Lighting): Brady Parell, Gavin Vaden

 

TERZO TITOLO

Nome del gioco: Kinect Adventures!

Sviluppatore: Good Science Studios

Publisher: Microsoft Game Studios

Release date: 04.11.2010 (NA)

Piattaforme: Xbox 360

Concept Art: Colin Foran, Charles Guan, Claire Hummel, Craig Sellars

 

NINTENDO

PRIMO TITOLO
Nome del gioco: Art Academy
Sviluppatore: Headstrong Games
Publisher: Nintendo

Data di lancio europea: 06.08.2010
Piattaforma: Nintendo DS
Concept Art: Tancred Dyke-Wells (Direttore Creativo Headstrong Games),
Kaori Miyachi (Supervisore Nintendo Co.,LTD.), Keisuke Terasaki
(Produttore Nintendo Co.,LTD.)
SECONDO TITOLO
Nome del gioco: Super Mario Galaxy 2
Sviluppatore: Nintendo

Publisher: Nintendo
Release date: 11.06.2010
Piattaforme: Wii
Concept Art: Shigeru Miyamoto (Amministartore Delegato Senior di
Nintendo Co.Ltd Direttore generale di EAD)
TERZO TITOLO
Nome del gioco: The Legend of Zelda: Ocarina of Times 3D
Sviluppatore: Nintendo
Publisher: Nintendo

Release date: 17.06.2011
Piattaforma: Nintendo 3DS

SONY COMPUTER ENTERTAINMENT

PRIMO TITOLO

Nome del gioco: ICO

Sviluppatore: Team ICO

Publisher: PlayStation

Release date: 24.09.2001 (NA)

Piattaforme: PlayStation 2

Concept Art (Character Design): Fumito Ueda, Chika Fukui

 

SECONDO TITOLO

Nome de gioco: Uncharted 2: Among Thieves (Uncharted 2: Il covo dei ladri)

Sviluppatore: Naughty Dog

Publisher: PlayStation

Release date: 13.10.2009 (NA)

Piattaforme: PlayStation 3

Concept Art: James Paick, Shaddy Safadi

 

TERZO TITOLO

Nome del gioco: Wipeout

Sviluppatore: Psygnosis

Publisher: Psygnosis

Release date: 29.09.1995 (EU)

Piattaforme: PC MS-DOS, PlayStation, Sega Saturn

Concept Art: The Designers Republic

 

WARNER BROS. INTERACTIVE ENTERTAINMENT

UNICO TITOLO

Nome del gioco: Batman: Arkham City

Sviluppatore: Rocksteady Studios

Publisher: Warner Bros. Interactive Entertainment

Release date: fine ottobre 2011

Piattaforme: PC Windows, PlayStation 3, Xbox 360

Concept Art: Carlos D’Anda, Kan Muftic

 

Sei le sezioni, trentatré gli artisti, quindici i curatori. Un impegno lavorativo epico di questi tempi, con budget inesistenti rispetto alla forza lavoro e alla qualità dell’evento, ma con tanti partner di progetto e supporter che contribuiscono con materiali, iniziative, sostegno alla visibilità, per un esito davvero corale, capace di coinvolgere tutta Italia, da nord (Aosta e Varese) a sud (Catania, Siracusa, Foggia), da est (Venezia e Mestre) a ovest (Genova).

ILLUMInazioni – ILLUMInations (titolo della 54. Esposizione Internazionale d’Arte dato dalla direttrice Bice Curiger) è anche un’opera di Rimbaud, poeta della sinestesia: Neoludica nasce sotto il suo segno per dare vita ad un allestimento di suoni (con Tibe), viaggio inedito tra i linguaggi costitutivi per la formazione del nuovo serbatoio visivo delle pratiche contemporanee.

Un particolare ringraziamento a Gobbetto Resine, Tucano, EN SPACE, Distretto Commerciale dell’Eporediese, Gabriella Parisi, partner per l’innovazione che hanno contribuito alla realizzazione di alcuni aspetti della mostra in know how.

Una collaborazione con IUAV porta in mostra gli studenti per accogliere il pubblico e offrire una guida alla visita: sono i ragazzi della Neoludica Crew, sia al Centro Candiani che alla sala dei Laneri.

 

Artisti partecipanti:

Alessandra Rigano e Federico Castronuovo ‘Serenata’, giovane duo crossmediale di artisti, lei diplomata all’Accademia di Belle Arti, lui al conservatorio, producono giochi, grafica, fanno concerti di chipmusic.

Auriea Harvey e Michael Samyn ‘Tale of Tales’, aritsti e designer belgi, autori del Manifesto per la pittura in 3D.

Lorne Lanning e Sharry McKenna ideatori e autori di ‘Oddworld’ il primo videogioco a entrare nel mondo di Hollywood nella seconda metà degli anni Novanta, un gioco dal senso ecologico e artisticamente elevato;

Paolo Della Corte, noto fotografo ritrattista, laureato in storia dell’arte ha nel suo portfolio 500 personaggi tra scrittori e artisti di tutto il mondo;

Marianna Santoni, guru di Photoshop Italia;

Mikayel Ohanjanyan, giovane scultore armeno che da anni vive a Firenze, vincitore del Premio Targetti lo scorso anno;

Samuele Arcangioli, pittore dalle radici antiche che ha ritratto in modo ‘classico’ Wright-Myiamoto-Pajitnov, 3 grandi creatori di games;

Massimo Giuntoli, artista e creativo col ‘ludo nelle vene’ si occupa di musica e public art;

Gabriella Parisi, videomaker e designer;

Jan Vormann, artista tedesco che col suo dispatchwork colma le ferite del tempo sui palazzi storici, nelle periferie urbane.

Il gruppo di ITALIANS DO IT BETTER!! Matteo Bittanti + IOCOSE, Tonylight, Marco Cadioli, Mauro Ceolin, Damiano Colacito , Eva & Franco Mattes , Les Liens Invisibles, Molleindustria, Antonio Riello, Federico Solmi, Santa Ragione, Stefano Spera, Carlo Zanni , Miltos Manetas, Vjvisualoop; Tibe; Jan Vormann.

Ente promotore

E-Ludo Lab

Producer

Musea TraRari TIPI

Co-producer

Fabbrica Arte beni culturali no profit

Curatore project manager

Debora Ferrari

Co-organizzatori

Ambra Bonaiuto, Salvatore Fallica,

Andrea Ferrari, Massimo Giuntoli, Salvatore Mica, Luca Traini

 

Critici e curatori di sezione

Matteo Bittanti, Cristina Casero, Alessandra Coppa, Eleonora Charans, Elena Di Raddo,

Chiara Di Stefano, Salvo Fallica, Mauro Nicolini, Domenico Quaranta, Federico Salerno, Marco Accordi Rickards

promotion, comunicazione e pr

Sabina Antonini, Laura Arduino, Kevin McManus

 

Eventi interni alle sezioni espositive

Eventi all’interno delle sedi espositive:

serata di musica videoludica o chipmusic parallela all’evento artistico

eventi performativi tematici per la Biennale

serie di proiezioni di game videos – non solo machinima ma tutto quello che fa parte  dell’universo videoludico – footage, clips, mods etc.

workshop

convegni, conferenze, tavole rotonde

serate di gala tematiche

presentazione e lanci di OMI e videogiochi

educational

Art Night Venezia, Neoludica partecipa alla prima notte bianca dell’Arte, organizzata da Ca’ Foscari, il 18 giugno 2011, ore 17>24

 

 

SALA DEI LANERI

Santa Croce 131

Venezia

Dal 4 giugno al 27 novembre 2011

Orario: dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Chiuso il lunedì

Ingresso libero

 

CENTRO CULTURALE CANDIANI

Piazzale Candiani 7

Mestre Venezia

dal 4 giugno al 29 ottobre 2011 (luglio e agosto chiuso)

Orario: dalle 12.00 alle 18.00

Chiuso il sabato, domenica e lunedì

Ingresso libero

 

PERCORSO DI REALTA’ AUMENTATA PER VENEZIA E MESTRE: 15 punti che uniscono le 2 sedi espositive attraverso la conoscenza storica e artistica del territorio con l’App. GCode

 

 

Info, foto e materiali stampa

neoludica@gmail.comhttp://www.neoludica.it

Annunci
Uncategorized

Hello world!

Benvenuti nel mio Blog!

L’arte è una priorità.

Crocevia di mondi. L’arte è vera solo quando è presente e diventa voce di uomini che può essere espressa e riportata da chiunque nella collettività la raccolga.

Arte prioritaria = adeguamento ai tempi della società = trasformazione = pace = raggiungimento del destinatario prima che sia troppo tardi. Tutto si trasforma; la pace è una conquista; l’arte è sua paladina.

L’artista è il medium che affida alla ‘scrittura rupestre di oggi’ un messaggio che lega tutti e travalica i secoli.

DNA